Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘notizie’ Category

C’è l’azione di lobbing della Business Software Alliance (BSA) nella nuova bozza sull’interoperabilità europea dei sistemi informatici, l’European Interoperability Framework (EIF).

La prima versione dell’EIF, pubblicata nel 2004, dava una definizione di standard aperti (open standard) e raccomandava l’uso del software Open Source. Nella nuova versione questi riferimenti sono stati eliminati ed è stata inserita una sezione sull’openness nella quale viene affermato che

“l’interoperabilità può essere ottenuta anche senza l’openness per esempio con l’omogeneità dei sistemi ICT, il che implica che tutti i partner usino, o si accordino di usare, la stessa soluzione per implementare un Servizio Pubblico Europeo.”

Nel testo, scritto sotto dettatura dei lobbisti delle maggiori aziende di software, viene quindi buttato alle ortiche ogni concetto di sistemi e standard aperti, per abbracciare l’idea che l’interoperabilità è solo una problema di acquistare tutti lo stesso software proprietario ed usare tutti gli stessi protocolli proprietari!
(altro…)

Read Full Post »

Su YouTube è stato pubblicato un servizio della CNN sulle intercettazioni dei pager pubblicati da WikiLeaks. Il video riassume gli attacchi mettendo in sovrimpressione alcuni dei messaggi, restituendo in pochi minuti il dramma vissuto dalle persone coinvolte negli attacchi al World Trade Center e al Pentagono.

Read Full Post »

WikiLeaks ha pubblicato le intercettazioni dei pager nelle 24 ore intorno all’attacco a New York e Washington dell’11 settembre 2001.

I pager sono strumenti di comunicazione testuale solitamente utilizzati da pubblici ufficiali. I messaggi presenti nell’archivio comprendono quelli spediti da personale del Pentagono, FBI, FEMA (Federal Emergency Management Agency), Dipartimento di Polizia di New York e dai computer delle banche di investimento presenti nel World Trade Center.

Su WikiLeaks viene sottolineato che l’archivio è una traccia obiettiva di un momento cruciale della nostra epoca, nella speranza che aiuti a capire un evento che è stato l’inizio di un lungo periodo di morte e guerra.

Read Full Post »

Change has come to America

Se c’è ancora qualcuno che dubita che gli Stati Uniti siano il paese dove ogni cosa è possibile; che ancora si chiede se il sogno dei nostri padri fondatori sia vero ancora oggi; che ancora dubita del potere della nostra democrazia, questa notte è la risposta.

If there is anyone out there who still doubts that America is a place where all things are possible; who still wonders if the dream of our founders is alive in our time; who still questions the power of our democracy, tonight is your answer.

Testo completo del discorso di vittoria di Barack Obama

Read Full Post »

Dalla newsletter di Italieni

Il nucleare italiano in Albania

Gianfranco Fini è in visita ufficiale in Albania. Il presidente della camera ha incontrato il premier Sali Berisha, che ha ribadito la volontà di far costruire qui le centrali nucleari italiane. Il possibile coinvolgimento di imprenditori italiani nel progetto è stato discusso anche con il presidente del consiglio Berlusconi. Berisha ha definito i no global che vi si oppongono le ultime espressioni dell’estremismo marxista-leninista.

Gazeta Shqiptare, Albania (in albanese)

Read Full Post »

“Per qualcuno Google è dio“, ha detto una volta Sergey Brin, uno dei fondatori. “Per qualcun altro è Satana“.

Si apre con questa frase l’articolo “Dieci anni di Omnigoogle” pubblicato sul numero 761 di Internazionale.

L’analisi su quale sia il core business di Google aiuta a capire perché Google perseveri con tale impeto “messianico” nel rendere disponibile gratuitamente una mole sempre più grande di informazioni (dall’accesso a tutto l’archivio Usenet agli archivi storici dei quotidiani cartacei) e si sforzi di fornire sempre maggiori e migliori strumenti per fruire Internet stessa (Gmail, Google Docs e il browser Chrome ne sono solo alcuni esempi).

Google vuole che l’informazione diventi gratuita perché se il costo dell’informazione scende i suoi guadagni aumentano.

(altro…)

Read Full Post »

Idea geniale! Ricreiamo le condizioni presenti nello spazio sotto terra. Poi facciamo viaggiare la materia al limite del concepibile, quasi alla velocità della luce. Infine la facciamo scontrare generando tanto calore quanto quello di 100.000 nuclei del nostro sole. Facciamo tutto in casa, nel nostro piccolo condominio galattico che si chiama pianeta Terra, e simuliamo l’origine di tutto l’Universo, il Big Bang. Ti và? Dai, lo facciamo?

PhD Comics - Collisions - Visiting CERN - Part 1

PhD Comics - Collisions - Visiting CERN - Part 1

Read Full Post »

Older Posts »